#WonderfulItaly: GIRO IN MASCHERA..il Carnevale in Italia!

carnevale-feste-dionisiache

“Semel in anno licet insanire” (una volta all’anno è lecito festeggiare) è un detto diffuso fin dal tempo dei Latini.

La nascita del Carnevale si perde nella notte dei tempi. 

Le prime ufficializzazioni di questa festosa tradizione si possono far risalire addirittura all’epoca degli antichi Egizi, che celebravano la dea Iside secondo le consuete manifestazioni carnevalesche.

Fu poi la volta dei Greci,  che inneggiavano a Dioniso, e dei Romani, che trasformarono i “Saturnali” da rituali sacri a feste sempre più popolari, in cui tutto veniva concesso, anche alla plebe e agli schiavi.

L’invenzione della maschera risale invece al Medioevo, ed è dovuta soprattutto alla fusione degli usi e costumi dei barbari con quelli delle civiltà mediterranee.

La tradizione carnevalesca fu successivamente assimilata dalla chiesa cattolica che, però, pone ufficialmente fine ai divertimenti nel giorno dopo il cosiddetto “martedì grasso”, cioè il mercoledì delle Ceneri, primo giorno di Quaresima.

Inizia il nostro tour nella carnevalesca #WonderfulItaly, presentando alcune delle feste più opulente d’Italia….

carnevale_di_viareggio

Nelle Marche, Fano (PU) e Offida (AP) sono le due cittadine marchigiane dove più è vivo lo spirito carnevalesco. Una volta sulla strada, vale la pena visitare anche Fermo, teatro di un’altra consolidata tradizione della regione!

http://www.carnevaledifano.com/tag/carnevale-di-fano-2016/

http://www.inoffida.it/programmacarnevale.html

carnevale-fano

Un altro carnevale che val la pena di vedere è quello Sardo per immergersi nella surreale atmosfera della Barbagia.

http://sardinias.it/guida/carnevale

Carnevale Mamoiada secondaria7

Meraviglioso anche in Valle Aosta dove il Carnevale fa rivivere le feste per la fine dell’inverno in attesa della primavera

http://www.carnevaleverres.it/carnevale.asp

 

Torna, come da tradizione l’appuntamento con il carnevale versiliese di Viareggio, simboleggiata sin dalle origini dalla maschera di Burlamacco, dal nome del porto cittadino. La manifestazione vede protagonisti ogni anno gli elaborati carri allegorici e le mastodontiche costruzioni di cartapesta. Soggetti preferiti delle rappresentazioni sono, più che le maschere tradizionali, i personaggi che hanno occupato un posto di rilievo sulla scena nazionale ed internazionale nel corso dell’anno precedente.

Tra i tanti illustri ospiti, quest’anno ci saranno anche gli atleti Azzurri di #Rio2016!

Da non perdere la “cittadella del Carnevale”, parco urbano della piana viareggina, in cui si trovano il museo del carnevale, i laboratori e le botteghe della cartapesta e attorno al quale si spiega la strada degli artisti, piacevole luogo di incontro tra visitatori ed artigiani.

http://viareggio.ilcarnevale.com/area-stampa/news/2015/il-manifesto-del-carnevale-di-viareggio-2016

A Ronciglione il Carnevale è la manifestazione popolare più importante, di grande vitalità e coinvolgimento.

Nei giorni dal giovedì al martedì grasso si susseguono una serie di eventi che testimoniano l’appartenenza di questa festa all’area del Carnevale romano rinascimentale e barocco, che così bene ci è stato descritto da Goethe nel suo “Viaggio in Italia”. Qui la festa è annunciata ufficialmente dal suono del campanone, a cui fa seguito la cavalcata degli Ussari, retaggio dell’epoca della dominazione francese.

http://www.carnevaledironciglione.it/

Carnevale-Ronciò

Lo Storico Carnevale di Ivrea è da due secoli una manifestazione unica al mondo che porta nelle vie e nelle piazze della città piemontese storia, tradizione, spettacolo, emozioni e grandi ideali. Un evento, nato nel 1808, in cui storia e leggenda si intrecciano per dar vita ad uno spettacolo imperdibile.

Spicca la spettacolare Battaglia delle Arance, il momento in cui è più alta la partecipazione collettiva: un’incredibile patrimonio culturale e goliardico, che posiziona la festa tra le più importanti nel panorama nazionale ed internazionale. Questa giocosa tradizione ha origine già nel Medioevo, in cui le famiglie povere si ribellavano rilanciando indietro i fagioli (non le arance) che i feudatari donavano loro due volte all’anno . Col tempo, tale gesto si trasformò prima in duello, quindi in un vero e proprio testa a testa tra lanciatori dai balconi e lanciatori di strada. Solo dal secondo dopoguerra la battaglia assunse i connotati attuali seguendo regole ben precise.

lo scontro si svolge nelle principali piazze della città, e vede impegnati equipaggi sul carro (simboleggianti le guardie del tiranno) contro le squadre degli aranceri a piedi (i popolani ribelli) costituite da centinaia di tiratori. Tutti possono prenderne parte, iscrivendosi in una delle nove squadre a piedi oppure divenendo equipaggio di un carro da getto.

http://www.storicocarnevaleivrea.it/programma-2016/

carnevale-ivrea

Dulcis in Fundo, il nostro viaggio termina …….a Venezia!

http://www.carnevale.venezia.it/

Volete saperne di più? Chiamate in Agenzia e Rosanna troverà il viaggio che fa per voi!!

carnevale_venezia_white_mask

 

 

About Author

client-photo-1
maisto

Comments

Lascia un commento